Giocare con René Magritte

Lìarte con Matì e Dadà - René Magritte

Lìarte con Matì e Dadà – René Magritte

René Magritte è, tra i grandi pittori della storia dell’arte, quello che saprà maggiormente attirare l’interesse e la curiosità dei vostri bambini. La sua pittura realistica, associata alle atmosfere fantastiche e misteriose dei suoi quadri, saprà immergere i più piccoli in una dimensione immaginaria che li affascinerà. Vi proponiamo alcune attività per avvicinare i vostri bambini all’arte del maestro belga.

Per prima cosa, non può mancare la visione dell’episodio de L’arte con Matì e Dadà dedicato a Magritte. Un tuffo nel mistero e nel surrealismo alla scoperte di tre folgoranti capolavori di Magritte: Golconda, La chiave dei sogni e L’impero della luce.

Per continuare a divertirvi e a immergervi come Matì e Dadà nei quadri di Magritte, vi segnaliamo un’app un po’ datata, ma sicuramente ancora capace di accendere lo stupore dei vostri bambini. Magritte Your World è un’applicazione gratuita creata dalla Tate che permette di scattare fotografie ai vostri paesaggi preferiti e magrittizzarli con alcune animazioni ispirate a uno dei più fomosi quadri di Magritte, Golconda.

 

Infine, non può mancare la lettura di un buon libro: Magritte. Questo non è un libro di Rosetta e  Margherita Loy. Un racconto sospeso tra sogno, fantasia e realtà che ha inizio all’interno del salotto di René, il quale, immerso nella lettura, viene sorpreso dal fischio di un treno che si manifesta nella stanza. Un viaggio nel paese delle meraviglie create da Magritte, dove ogni quadro diventa il contesto che fa progredire la storia.

Magritte. Questo non è un libro

Magritte. Questo non è un libro

Non ci resta che augurare a voi e ai vostri bambini buon divertimento.

Continuate a seguire Matì e Dadà e le loro avventure a misura di bambino nell’arte di tutti tempi iscrivendovi alla nostra newsletter e mettendo mi piace sulla nostra pagina Facebook.

Per un museo a misura di bambini

Kids in Museums logo 2010Vi siete mai chiesti quali possono essere le iniziative e le soluzioni per rendere un museo più vicino alle esigenze di bambini e famiglie?

L’associazione Kids in Museums, attiva nel Regno unito, si pone questa domanda da diversi anni. Arrivato al suo decimo anniversario, il manifesto dei bambini al museo proposto da Kids in Musuems ha raccolto le adesioni di più di 520 istituzioni museali e gallerie tra cui anche la National Gallery la Tate Gallery.

La proposta è stato compilata interamente grazie ai commenti dei visitatori dei musei: si tratta di uno strumento fondamentale per aiutare tutte le istituzioni museali a rendere più piacevole la visita ai loro spazi da parte di giovani, famiglie e bambini.

Ecco i venti punti su cui si articola il manifesto:

1- Siate accoglienti con i visitatori;

2 – Siate positivi: spiegate ai visitatori cosa possono fare e non insistete solo su ciò che non devono fare;

3 – Condividete storie e racconti anche dei visitatori: anche loro possono rivelarsi degli esperti;

4 – Iniziate subito: non è mai troppo presto per iniziare a visitare un museo;

5 – Favorite il dialogo tra le generazioni;

6 – Invitate i teenagers a partecipare alla vita del museo;

7 – Stabilite una politica di prezzi coerente con le età dei visitatori;

8 – Trovate nuovi modi per facilitare la visita anche quando si creano barriere che non sono di responsabilità del museo;

9 – Siate flessibili con i programmi e le attività per famiglie immaginando tutte le tipologie di famiglia possibile;

10 – Usate il web per creare conversazione;

11 – Create uno spazio sicuro e accogliente per bambini e genitori;

12 – Siate il cuore della vostra comunità creando spazi di aggregazione e confronto;

13 – Non dite ssssssh! Se i bambini sono rumorosi forse è perché sono eccitati. Catturate la loro eccitazione!

14 – Invitate a toccare più spesso che potete;

15 – Date una mano agli adulti: spesso hanno bisogno di un aiuto per rompere il giaccio. Create guide e attività per tutti;

16 – Fate attenzione alle esigenze di tutte le famiglie; progettato tutto affinché sia accessibile a disabili e non.

17 – Ottenete il massimo dai vostri spazi sia quelli interni che quelli esterni;

18 – Fate attenzione ai confort per i visitatori: toillet pulite, guardaroba, fasciatoi, spazi per i passeggini e per allattare;

19 – Distribuite cibo sano nel vostro bar che dovrà essere attrezzato per accogliere anche i più piccoli;

20 – Fate in modo che la visita continui fuori dal museo: create relazioni con le famiglie coinvolgendole nelle scelte del museo e fornite loro una ragione per tornare. Le famiglie sono il vostro miglior sostenitore.

Avete altri suggerimenti? Secondo voi i musei italiani sono a misura di bambino e a portata di famiglia? Facciamo in modo che anche i musei italiani adottino il manifesto dei bambini al museo.

Bambini al museo