Il valore dell’animazione: 4 risultati educativi del video F@Mu con Matì e Dadà

Laboratorio Famiglie al Museo con Matì e Dadà

Laboratorio Famiglie al Museo con Matì e Dadà

Durante i mesi di maggio e di giugno, un piccolo gruppo di fantasiosi bambini guidati dagli esperti di educazione all’immagine di Schermi & Lavagne, il dipartimento educativo di Cineteca di Bologna, ha partecipato a un laboratorio di animazione a passo uno per creare il video della prossima edizione della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo in programma per il 12 ottobre 2014.

La partecipazione al laboratorio è stata un’occasione unica che ha permesso ai bambini di essere parte attiva nella ideazione di una giornata speciale per le famiglie e per i musei.

Laboratorio Famiglie al Museo con Matì e Dadà

Laboratorio Famiglie al Museo con Matì e Dadà

Il confronto con il linguaggio dell’animazione è stato un momento di scoperta e di divertimento per i bambini coinvolti. Con questo post vogliamo condividere con voi i principali valori educativi derivanti dalla sperimentazione con linguaggi creativi.

Concentrazione creativa. L’animazione a passo uno è una tecnica molto complessa e impegnativa: richiede una continua attenzione da parte dei bambini. I piccoli animatori si sono impegnati nella definizione delle scenografie, delle inquadrature e nel posizionamento di personaggi e oggetti di scena. Ai bambini è stata richiesta una grande attenzione al dettaglio perché spostamenti minimi possono influire in modo decisivo sul risultato finale

Lavoro di gruppo. I linguaggi audiovisivi sono l’espressione del lavoro di più persone: l’animazione richiede l’intervento di più addetti al posizionamento degli oggetti di scena e all’utilizzo della camera. I bambini, partecipando al laboratorio, hanno imparato l’importanza dalla collaborazione per l’ottenimento di un risultato comune: il lavoro sul set ha fatto emergere le personali inclinazioni e le capacità di mediazione dei singoli partecipanti per raggiungere un obiettivo prefissato.

Perseveranza. L’animazione a passo uno è una tecnica potenzialmente frustrante per i bambini. Infatti, per riuscire a muovere di pochi centimetri un oggetto è richiesta perseveranza, un’applicazione costante e tanto, tanto tempo. I bambini hanno trascorso interi pomeriggi a spostare di pochi millimetri gli oggetti di scena per poi rendersi conto che la storia si era allungata di pochi secondi. Tuttavia, l’animazione insegna una valore importante: la costanza nell’applicazione sarà premiata dall’incanto degli oggetti inanimati che prendono vita.

Capacità di osservazione. Lavorare alla creazione di immagini in movimento ha permesso ai bambini di confrontarsi con linguaggi molto comuni di cui spesso non conoscono le modalità di realizzazione. Gestire macchine fotografiche, computer e faretti per illuminare la scena ha svelato ai bambini l’artificiosità delle immagini. Grazie all’attenta guida degli educatori di Schermi e Lavagne i partecipanti si sono confrontati con il senso delle proporzioni, le regole di composizione delle immagini, il ritmo, la durata e lo sforzo creativo che si nasconde dietro ogni singolo fotogramma.

Non resta che godersi il video per la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo realizzato dai bambini con il supporto di Schermi & Lavagne.

Segui gli episodi de L’arte con Matì e Dadà su RAI YoYo: tutti i sabati alle 18:45.

Sei un musueo? Scopri come ospitare Matì e Dadà durante la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo.

Lascia una risposta