L’arte è importante!

Dadà La ricerca internazionale ha dimostrato, in più occasioni, che l’arte costituisce un aspetto essenziale nella formazione del bambino. Pedagogisti, filosofi e artisti hanno spesso sottolineato l’importanza dell’arte e della pratica artistica come strumento di crescita interiore del bambino. Maria Montessori, Bruno Munari, John Dewey, Loris Malaguzzi e molti altri ancora, si sono interrogati sul rapporto tra arte e bambino arrivando tutti, sebbene seguendo percorsi e approcci differenti, a conclusioni molto vicine tra loro: l’arte aiuta i bambini, sin dalla giovanissima età, ad accrescere le capacità di apprendimento, di consapevolezza di sé e quindi aiuta i più piccoli a cresce come individui.

L’arte supporta il bambino su diversi fronti: nella crescita cognitiva, sviluppando capacità di problem solving e abituando i più piccoli a una visione multipla, proprio grazie all’utilizzo dei materiali che stimolano la comprensione dei processi di produzione di un artefatto.

Lo sviluppo emotivo è garantito dalla possibilità di imparare e migliorare le proprie capacità comunicative, trovare forme di auto-rappresentazione anche in relazione ai sentimenti e agli stati d’animo più complessi da esprimere.

Nell’arte, inoltre, prevalgono le opinioni personali e non le metriche: questo aiuta il bambino alla formulazione di giudizi critici indispensabili per una corretta integrazione sociale e relazionale.

Da ultimo, la pratica artistica favorisce la coordinazione oculo-manuale e la motricità fine accrescendo nel bambino l’autostima in relazione alle proprie capacità di manipolare e controllare strumenti e oggetti.

Il concetto di arte e creatività, tuttavia, non può essere legato semplicemente all’eventualità di diventare un artista, piuttosto la pratica delle arti deve essere finalizzata alla scoperta del sé e delle proprie inclinazioniNon vogliamo creare artisti, ma individui migliori: con una spiccata capacità di osservazione, di immaginazione, consapevoli e in grado di trovare soluzioni originali in contesti complessi.

MatìPer questo ci auguriamo che la prima Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo e i cartoni animati di Matì e Dadà siano un primo momento di avvicinamento all’arte, con la speranza che musei, gallerie e istituzioni culturali possano continuare a offrire ai più piccoli la possibilità di esplorare la creatività nel senso più ampio del termine.

 

Lascia una risposta