10 buoni motivi per fare arte

L'arte con Matì e Dadà

L’arte con Matì e Dadà

I bambini si divertono con l’arte, è un dato di fatto. Si divertono a mescolare colori, a disegnare, a plasmare la materia e a creare piccoli capolavori da esporre sul frigo o sulla mensola in sala.

Ma quali sono i vantaggi reali per quei i bambini che si avvicinano con più partecipazione, attraverso laboratori, workshop e visite animate ai musei, all’arte e all’educazione artistica e visiva? Ecco dieci buoni motivi per praticare l’arte, in tutte le sue forme, sin da piccoli:

1. Creatività: l’esercizio artistico è un’attività che richiede pensiero e insegna ai bambini come esprimere se stessi. Nei laboratori d’arte i bambini sono invitati a pensare in modo originale, abbandonano punti di vista consolidati in favore di soluzioni innovative: imparare a sviluppare un pensiero personale è una capacità indispensabile per affrontare al meglio le sfide del futuro.

2. Miglioramento della resa scolastica: l’arte non sviluppa solo la creatività, ma aiuta a formare studenti più in gamba. Secondo la PBS i bambini che praticano regolarmente attività artistiche hanno più possibilità di ricevere riconoscimenti scolastici migliori .

3. Capacità motorie: molte delle attività motorie implicate nelle pratiche artistiche – come ad esempio imparare a utilizzare un pennello, scrivere con un pastello o utilizzare uno strumento per plasmare i materiali – sono esercizi essenziali per lo sviluppo della motricità fine dei bambini in età prescolare. Imparare a maneggiare gli attrezzi dell’arte aiuta i bambini a raggiungere gli obiettivi di una crescita psicofisica corretta.

4. Comunicazione non verbale: l’esperienza delle recite teatrali, dei saggi di danza sono momenti importanti per la comprensione del linguaggio del corpo. I bambini possono fare esperienza di diverse forme di movimento e capire come sia possibili comunicare emozioni attraverso il nostro corpo.

5. Dedizione: la pratica artistica che conduce alla realizzazione di un oggetto fino, permette ai bambini di fare esperienza dei tentativi necessari per raggiungere un obiettivo. I bambini comprendono l’importanza della dedizione e della perseveranza per raggiungere un determinato traguardo. Nelle arti performative la ricompensa per lo sforzo fatto sarà l’applauso di un pubblico caloroso, mentre la costanza nella manipolazione di materie e colori sarà ripagata dalla creazione di un manufatto che ha assunto forma compiuta.

6. Competenze culturali: insegnare ai bambini quali sono state le scelte effettuate da un artista nell’elaborare un’opera aiuta a capire che quello che vedono tutti i giorni non è un messaggio univoco ma può essere la lettura delle realtà fatta da un altro soggetto. Imparare a decifrare ciò che ci circonda è un processo complesso che richiede capacità di osservazione e di ascolto.

7. Capacità di scelta:  le arti aiutano alla costruzione di un pensiero critico e al miglioramento delle capacità di problem solving. Come posso rappresentare un sentimento attraverso la danza? e con i colori? Fare delle scelte e prendere delle decisioni elative a un obbiettivo da perseguire sono competenze che saranno indispensabili nell’età adulta.

8. Collaborazione: molte delle discipline artistiche sono accomunate da una natura collaborativa. Attraverso l’arte i bambini imparano a lavorare insieme, a gestire il compromesso e a raggiungere obbiettivi comuni. Tali esperienze aiutano a realizzare che il  contributo del singolo ha valore anche se non si gioca il ruolo più importante all’interno di una squadra.

9. Apprendimento visivo: i workshop artistici basati su disegno, pittura e scultura aiutano i più piccoli a sviluppare le proprie competenze visive e spaziali. I bambini hanno la necessità di imparare di più del mondo e non solo attraverso le lettere e i numeri. L’educazione visiva aiuta a interpretare, criticare e usare tutto ciò che è immagine per fare delle scelte specifiche.

10. Sicurezza: le arti performative aiutano i ragazzi a costruire la fiducia in se stessi in situazioni in cui è richiesto di uscire dalla propria area di sicurezza e confrontarsi con un pubblico, con la possibilità di commettere errori e superare momenti di imbarazzo. 

In poche parole l’arte fa bene ai vostri bambini.

Iscriviti alla newsletter de L’arte con Matì e Dadà e seguici su Facebook per rimanere aggiornato su tutte le attività artistiche a misura di bambino.

Lascia una risposta