Arte e cibo per bambini

Con l’aiuto di Matì e Dadà, vogliamo accompagnare i tuoi bambini in un appetitoso viaggio alla scoperta del cibo nell’arte: frutta, pietanze e cibarie prelibate, tutte da assaporare con gli occhi.

Arte e cibo a misura di bambino

L’arte con Matì e Dadà – Arte e cibo per bambini

Il tema del cibo e dell’alimentazione sono da sempre elementi centrali nell’arte di tutti i tempi: dalle nature morte di epoca romana, alle scatole di zuppa di Andy Warhol, passando per l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci al Mangiatore di patate di Van Gogh, la cucina e i rituali legati al cibo hanno ispirato decine di artisti.

Il nostro viaggio culinario sul rapporto tra arte e cibo per bambini, parte con Arcimboldo: le celebri raffigurazioni umane formate da frutta, ortaggi, fiori e animali sono il tratto caratteristico della stravaganza dell’artista milanese. I bambini si divertiranno a riconoscere i minuti dettagli celati nei suoi quadri e allo stesso tempo rimarranno incantanti riconoscendo le figure che si creano dall’accostamento di tanti vegetali.

Idea: prova a dare ai tuoi bambini alcuni ortaggi e frutti di stagione e chiedi loro di comporli nel piatto per formare i ritratti dei membri della famiglia o degli amici. Si sa che non tutti i bambini amano le verdure, ma questa potrebbe essere un’idea per aiutarli a prendere confidenza.

In questo viaggio alla scoperta del cibo nell’arte non poteva mancare la Canestra di frutta di Caravaggio: un cesto di frutta tanto realistico da sembrare vero, compresi i frutti divorati dai vermi. La sensazione di poter sentire il profumo dell’uva e delle mele mature lascerà stupefatti i tuoi bambini. Scoprite insieme come Caravaggio è riuscito, accostando frutti diversi e dosando le luci, a infondere tanto realismo in uno dei suoi dipinti più noti.

Idea: prendi un bel cesto con tanti frutti e invita i bambini a comporre la loro natura morta e poi a raffigurarla su carta con colori, matite e pennelli.

Se si avvicina l’ora di pranzo, dovete fare un salto nella cucina di una vecchia signora che frigge le uova. Velazquez ha raccontato le atmosfere di una locanda dove un’anziana cuoca, immersa nell’oscurità della cucina, è intenta a friggere delle uova in una pentola di terracotta. Dal buio della stanza emergono i dettagli degli utensili usati tanti anni fa: la ciotola, la scodella, le brocche, le posate e il coltello che riflette il candore del piatto.

Idea: suggerisci  ai bambini di osservare i dettagli degli utensili da cucina di un tempo raffigurati nel dipinto di Velazquez, e confrontateli con quelli odierni. Sarà un esercizio utile per capire come sono cambiate nel tempo le abitudini alimentari e le modalità con cui si preparano i pasti.

Vuoi altre idee per stimolare la fantasia dei tuoi bambini? Continua a seguire Matì e Dadà su Facebook e Instagram oppure iscriviti alla nostra newsletter per non perderti le nostre prossime iniziative. Scarica dall’App Store l’app di Matì e Dadà con tanti episodi in inglese e divertenti giochi per i tuoi bambini.

Buon Compleanno Leonardo da Vinci!

Festeggia con i tuoi bambini il compleanno di Leonardo da Vinci, rivedendo l’episodio de L’arte con Matì e Dadà dedicato alle grandi invenzioni del genio italiano. Inoltre, non dimenticarti di riscoprire con i tuoi piccoli la rocambolesca storia della Gioconda, uno dei quadri più famosi della storia dell’arte.

Continua a seguire Matì e Dadà su Facebook e Instagram oppure iscriviti alla nostra newsletter per non perderti le nostre prossime iniziative. Scarica dall’App Store l’app di Matì e Dadà con tanti episodi in inglese e divertenti giochi per i tuoi bambini.

Una foto pubblicata da Matì e Dadà (@matiedada) in data:

Perchè i Girasoli di Van Gogh sono così famosi?

I girasoli di Vincent Van Gogh sono diventati un’icona dell’arte e al giorno d’oggi sono riconosciti da tutti come l’emblema distintivo di uno degli artisti più famosi di tutti i tempi.

Vincent Van Gogh

I Girasoli di Vincent Van Gogh

La grande popolarità dei girasoli è il risultato di una combinazione di diversi elementi: la bellezza della serie dei quadri, il grande l’impatto emotivo che riescono a esercitare su chi li guarda, e il ricordo del periodo di serenità che questi fiori riuscirono a conferire al tormentato Van Gogh.

Il pittore riconobbe da subito di aver creato qualcosa di importante e si accorse che i suoi girasoli erano tanto riconoscibili e unici da funzionare come una firma personale. Come disse al fratello Theo, nel gennaio 1889: “il girasole è mio”. Mentre altri artisti si distinsero nella rappresentazione di fiori particolari, solo il girasole e la sua semplicità rimangono strettamente associate all’arte delle pittore olandese.

Ovviamente, questa spiega solo in parte la popolarità di questa serie di dipinti  di Van Gogh: ancora oggi, la vita difficile e drammatica dell’artista inspirano e affascinano il grande pubblico. La storia personale fatta di miseria e mancati riconoscimenti, e il successo indiscusso ottenuto dopo la scomparsa, sono temi in grado di muovere le passioni e i sentimenti più profondi.

Una foto pubblicata da Matì e Dadà (@matiedada) in data:

L’uso arbitrario del colore usato per esprimere la propria dimensione personale, l’immediatezza del soggetto, la forza delle pennellate tipiche di Van Gogh, influenzarono enormemente tutta l’arte moderna e fecero dei girasoli delle icone da riprodurre su ogni supporto.

Magneti, magliette, tovaglie, tazze non hanno offuscato la bellezza delle opere di Van Gogh: si  stima che circa 5 milioni di persone vedano i girasoli ogni anno. In questo caso non si tratta di riproduzioni o souvenir appesi al frigorifero, ma delle tele conservate in alcuni dei più prestigiosi musei internazionali tra cui il Museo Van Gogh e la National Gallery.

La miscela dirompente fatta da una storia travagliata, un stile inconfondibile e un soggetto tanto semplice da diventare simbolo di un’artista e del suo tormento interiore, hanno contribuito a far crescere un mito inossidabile.

Continua a seguire Matì e Dadà su Facebook e Instagram oppure iscriviti alla nostra newsletter per non perderti tutta l’arte a misura di bambino che c’è!

Giocare con l’arte: Henri Rousseau

Invitate i vostri bambini a usare l’immaginazione per creare una sorprendente foresta selvaggia proprio come faceva Henri Rousseau.

L’artista francese, nonostante non avesse mai lasciato Parigi, era riuscito a immaginare e a rappresentare giungle e paesaggi lontani ricchi di particolari e immersi nell’esotico, grazie all’osservazione delle piante che trovava al giardino botanico.

Ecco come preparare in casa vostra, in modo semplice, un piccolo laboratorio artistico.

Approfittate di una passeggiata al parco per raccogliere vecchie foglie, rametti e steli d’erba e tornate a casa con la promessa di un entusiasmante creazione ispirata all’arte di Rousseau.

Dopo aver visto l’episodio de L’arte con Matì e Dadà dedicato a Rousseau, invitate i vostri bambini a fare come il Doganiere: immaginare una giungla fantastica creata interamente con piante cresciute in città. Aiutateli a comporre il paesaggio, a incollare le foglie su un grande foglio di carta e suggerite loro di usare colori e disegni per rendere la giungla davvero fantastica, aggiungendo nuove piante favolose e animali misteriosi.

Divertimento assicurato!

Non dimenticatevi di raccontarci come è andata. Segnalateci le foto dei capolavori dei vostri bambini sulla nostra pagina Facebook o attraverso Instagram utilizzando l’hashtag #MatiDada.

Gratis i disegni da colorare per i tuoi bambini

Disegni da colorare per i tuoi bambini

Scarica e colora con i tuoi bambini i disegni di Matì e Dadà

Stampa e colora con Matì e Dadà: scarica gratuitamente i disegni de L’arte con Matì e Dadà per i tuoi bambini! Sei divertenti immagini per tutti i piccoli amanti della della creatività, dell’arte e del disegno.

Niente più del disegno riesce a catturare l’attenzione dei bambini e con i disegni di Matì e Dadà potrai iniziare a far conoscere ai tuoi piccoli alcuni capolavori dell’arte come la Gioconda e la Ragazza con l’orecchino di perla.

Nel file, che potrai scaricare gratuitamente, troverai 6 disegni in bianco e nero con i quali i tuoi bambini potranno sbizzarrirsi con pastelli, tempere, acquerelli o pennarelli.

Per poter ottenere i disegni ti chiediamo di condividere il link con i tuoi amici su Facebook: la passione per l’arte è importante e può essere coltivata nei più piccoli sin dalla tenera età. Aiutaci a far conoscere Matì e Dadà ad altri piccoli fan dell’arte: Stampa e colora con Matì e Dadà

Non dimenticarti di segnalarci i disegni più belli dei tuoi bambini, scrivendoci sulla nostra pagina Facebook o taggandoci su Instagram @matiedada

Stampa e colora con Matì e Dadà